Liturgia del Venerdì Santo. Nella Chiesa Matrice di Termini Imerese, il parroco Padre Antonio Todaro ha chiesto ad un gruppo di giovani migranti, accolti presso il nostro Centro di Accoglienza Straordinaria “Francesco Perez”, di reggere la croce. Un segno molto grande ed un momento vissuto con straordinaria ricchezza, che condividiamo con le parole di un collaboratore:

“Stasera, i nostri ragazzi hanno dato ulteriormente una scossa alle coscienze. Hanno tutti insieme tenuto la Croce all’ altare maggiore mentre tutti i fedeli si recavano in religioso silenzio per il bacio, come a rappresentare:”Siamo noi i nuovi Cristi.”

Alla fine della funzione ho ringraziato Don Antonio a nome dell’ Istituto Don Calabria perché con questa iniziativa, ha dato visibilità ai nostri fratelli. abbiamo parlato un po’, dicendo le attività che i ragazzi fanno con molta volontà nel nostro centro. Lo sport, la scuola, il laboratorio di cucina, il progetto dell’orto, il progetto la comunità della speranza. Lui ringrazia ognuno di noi mi ha detto ognuno di voi non si trova  per caso ma fa parte di un progetto Divino. Ha abbracciato me abbracciando ognuno di voi. Non vi nascondo che mi ha fatto emozionare”.

Con l’augurio di una Pasqua che sia segno di nuova vita per tutti.

VENERDI SANTO CON I MIGRANTI A TERMINI IMERESE

Un pensiero su “VENERDI SANTO CON I MIGRANTI A TERMINI IMERESE

  • 31 marzo 2018 alle 14:44
    Permalink

    Grazie per questi momenti di condivisione… l’amore di Dio e la rinascita di ogni uomo in ogni parte del mondo. Auguri

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *